You are currently browsing the category archive for the ‘sbrocco’ category.

Un vecchio post che è stato pubblicato in questo blog si intitolava così…ed aveva questa immagine:

Questo è il link: Abbraccio

Questo post non è stato scritto da me, ma dal mio ex, colui che preferì una casa e sua mamma a me ed al nostro rapporto e che condivideva con me questo blog…

Non ho mai cancellato i vecchi post, perchè non mi è mai sembrato nè necessario nè giusto…

Solo che questo post mi perseguita…

Sarà la parola chiave “abbraccio”, sarà l’immagine che vi compare, ma quando mi capita di guardare le statistiche del mio blog risulta il post più visto e più cliccato…allora mi chiedo: ma tra tutti i post di cui è ricco questo blog, più intensi, più profondi e più interessanti di questo, la gente deve proprio guardare questo post? Che è stato scritto da una persona che odio, che mi ha ferito e che in quel momento mentiva spudoratamente, in quanto ciò che diceva a parole è stato di gran lunga smentito dai fatti…

GRRRR….. 😦

Annunci

opl_dscn0084.jpg

This photo is taken by Michael Jastremski on OpenPhoto, Creative Commons licence CC

Tutto nello stesso giorno.

Fatti che mi fanno molto pensare.

E sommati a quello che si è vissuto e si cerca di lasciare alle spalle fanno pensare ancora di più.

Mi chiedo cosa succeda agli uomini.

Faccio subito questa premessa per non essere fraintesa: non parlo delle donne, non per femminismo (mai stata femminista), ma perchè vivo esperienze da donna, pertanto noto il comportamento dell’altro sesso, quello maschile.

Il discorso può essere pertanto ribaltato. Per facilità faccio l’esempio dal mio punto di vista. Ma solo perchè sono una donna.

Quando volevamo emanciparci (parola troppo abusata secondo me) la maggior parte degli uomini non volevano. E le donne lo hanno desiderato ancor più, proprio perchè era loro proibito.

Col tempo (e con la lotta) questa parte maschile contraria ha desistito e le donne hanno potuto ottenere alcune cose: poter lavorare, anche raggiungendo livelli molto alti, il diritto di studiare al pari dei fratelli maschi della famiglia, vestirsi a proprio piacimento, poter partecipare ad un rapporto affettivo e sessuale liberamente, con gli stessi diritti e doveri che prima appartenevano solo all’uomo.

Ora però gli uomini si sono assestati in questa condizione di emancipazione della donna e sembra che non li fermi più nessuno.

I rapporti uomo – donna sono sempre più superficiali…lo sono per gli uomini e quindi, per la parità dei sessi, lo devono essere anche per le donne……e sia l’uomo che la donna ne pagano le conseguenze.

Ogni uomo che conosco, giovane o maturo, sposato, single o convivente, si sente in diritto di provarci, solo perchè di fronte ad una ragazza (nel mio caso anche giovane, ma ho visto che non è una prerogativa essenziale). E con quale sfacciataggine….e con quale arroganza….tentano in ogni modo di approfittare di una qualsiasi situazione di debolezza, sono subdoli e viscidi, ma soprattutto estremamente diretti. Ci provano con te e poi ci provano con la tua amica compagna di università, oppure nel frattempo tirano avanti più storie…ogni parvenza di femminilità è una possibile persona con cui provare a tentare l’approccio. Senza freni. Se lo fai notare ti senti dire: “oggi come oggi è normale…” “siete voi donne per prime che lo desiderate” “pensare ad una storia seria e solo con una persona è da bigotti” “il matrimonio è la tomba dell’amore” ecc. ecc.

Mi chiedo: è il risultato dell’emancipazione?

Così ecco cosa succede…

Esci con un ragazzo un giorno, mano nella mano, ed una settimana dopo vieni a sapere che si è sposato con quella che credevi la sua ex…Sei una ragazza emancipata e di conseguenza sarebbe anacronistico prendersela male. Era solo una storia di sesso. Lui poteva cambiare idea quando voleva. Senza prendersi alcuna responsabilità verso di te.

Un uomo maturo, con una carriera alle spalle, ti tartassa con frasi d’amore, lo sbandiera ovunque, quasi lo pretende e poi vieni a sapere che la stessa cosa faceva con le sue alunne diciottenni…Sei emancipata e pensi: “speriamo che almeno fossero diciottenni”…

Vieni a sapere, dopo essere stata lasciata da un ragazzo perchè dopo l’unica sua storia d’amore dice di non essere in grado di amare nessuna donna, che dopo pochi mesi ci sta provando con una tua amica… (allo stesso identico modo con cui lo ha fatto con te…il lupo perde il pelo ma non il vizio…..)….Sei emancipata e pensi che in effetti è libero di provarci con chi vuole. Forse ti ha mentito ma sicuramente non ti deve nessuna spiegazione.

Sono solo cose che sono successe…Mi guardo attorno e vedo che i rapporti tra i sessi sono quasi tutti così…e poi ti succede di leggere sul giornale che una donna ha quasi staccato a morsi i testicoli del suo uomo perchè esasperata, in quanto lui non voleva lasciare la moglie….

Io come donna penso: gli uomini sono impazziti? O sono sempre stati così e questa condizione di emancipazione (finta emancipazione) gli ha dato solo una mano per continuare ad esserlo? O è il mondo che si è messo a girare al contrario?

opl_dscf0048_2.jpg
This photo is taken by Scott Roberts on OpenPhoto, Creative Commons licence CC

Invidiamo gli altri più per quello che hanno che per quello che sono.
Gervaso

opl_dscf4228.jpg

This photo is taken by David Martin :: Suki_ :: on OpenPhoto, Creative Commons licence CC

Vergognoso…vergognoso come esistano individui che tentano con l’inganno di intrufolarsi nella tua esistenza, di impicciarsi degli affari tuoi senza averne il diritto.

E’ pazzesco come una persona investe una vita per ottenere la propria autonomia, per garantirsi il lusso di non dipendere da niente e da nessuno, di non dovere nulla a niente e a nessuno, convinta fino all’estremo della sua scelta, e poi si trova nel suo cammino chi, sotto la scusa di una falsa premura, si sente in diritto di sapere, solo per la voglia di avere qualcosa di cui parlare.

Strabiliante è scoprirsi in grado di crearsi una sfera intorno: una sfera dorata, dove dentro ci sei solo tu e tu scegli chi deve entrare (e chi deve uscire) … alle volte facendo uscire chi vi è entrato senza il tuo permesso a calci nel sedere!

Sono tornata, e sono tornata entrando nel girone infernale dei contratti interinali a tempo…due giorni perchè loro riuscissero a capire qualcosa e una mattinata per capirci qualcosa io….e meno male che gli ingegneri sono i più privilegiati del mondo del lavoro…

Se non fossi un ingegnere e se non mi piacesse il lavoro che faccio, sarei veramente depressa e disincentivata a lavorare…

Ma cosa succede al nostro mondo?

Quanto mi sento debole e stanca in questi giorni non l’ho mai provato…

mani-che-disegnano.jpg

Il febbrone degli ultimi giorni, fatto passare a forza con un bombardamento di farmaci che rasenta l’inverosimile, le prove fino a tardi per il concerto, la voce allo stremo delle forze (e il fisico pure), il freddo degli ultimi giorni, il natale che si avvicina e i ricordi che incombono (le festività sono micidiali da questo punto di vista)….tutto questo mi fa sentire più a terra della terra….spero solo che finisca presto questo periodaccio….

Mi scuso per l’assenza di questi due giorni ma, come volevasi dimostrare, mi sono presa la febbre…ora lotto e prego per la voce….

Perchè prima di un concerto ho sempre tosse, mal di gola & company?

La legge di Murphy mi perseguita…. 😦

Ecco cosa trovo scritto in una mail di lavoro: “…dotata di cruscotto di refertazione….”

Per questo individuo cruscotto = interfaccia …..

Una bellissima “licenza informatica”…..

Riporto qui una notizia che è uscita sul corriere della sera….per essere informati:

la vita dei nostri senatori

emaki81

“Dov’è il mio cuore, lì è la mia casa”

Commenti recenti

emaki81 su Arrivederci Arthur
Affy su Arrivederci Arthur
cavaliereerrante su Una mamma
emaki81 su Una mamma
cavaliereerrante su Una mamma

Blog Stats

  • 199,664 hits
novembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
Sincronicità

Le coincidenze non esistono

Le pieghe della vita

Perché quando cadi nelle pieghe della vita, o meglio sarebbe dire crepe, all’improvviso è come se ti vedessi vivere, come se ti vedessi da fuori. Quando accade, bisogna mettere in conto che può non piacerti quello che vedi.

NUNZY CONTI

"L'essenziale è invisibile agli occhi" Antoine de saint Exupery

Panirlipe's Weblog

pensieri rari e furtivi

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Spaziocorrente

Il valore di un sorriso. Nessuno è così ricco da poterne fare a meno, nessuno è così povero da non poterlo dare. (P. Faber)

Vietato calpestare i sogni ©ELisa

Se i tuoi sogni dovessero volare più in alto di te,lasciati trasportare.Almeno nella fantasia, non poniamoci mai dei limiti.

arthur...

l'avventura continua...